Tag

, , , ,

Ne sono sicuro, anzi certo, qualcuno alla notizia si è bagnato nei pantaloni. Altri hanno, invece, avuto differenti tipologie di manifestazioni fisiche del proprio stato emozionale. Così va la vita! Però una cosa è certa, finalmente ce l’hanno fatta e qualcuno sarà contento di ciò. Negli ultimi giorni e soprattutto nelle ultime ore sembrava quasi che fosse morto il Papa. Non c’è null’altro da dire. Questo uomo ha monopolizzato e sta ancora monopolizzando l’attenzione di tutti. Ma oggi, sì oggi, dopo questa conferma di condanna che succederà? Io penso che non accadrà nulla di che. Mi sbaglierò di sicuro, ma credo che ancora una volta B. stupirà i suoi accaniti detrattori. Staremo a vedere. Ma un’altra cosa è certa. Tutti coloro che sino ad oggi hanno vissuto, ed in certi casi pure letteralmente tirato a campare, di antiberlusconismo o meglio sul “contra Berlusconi ad ogni prezzo” sono a rischio disoccupazione (che novità per il periodo!). Unica loro speranza? Amaramente Marina! Chissà. Per tutti coloro i quali, invece, vivono per ed in funzione di B., beh, forse è il momento di cambiare opinione, idea, forse anche pelle.

Ecco le due più tristi realtà del berlusconismo: quelli che lo odiano e quelli che lo amano stile “love of my life” per intenderci. Da oggi, queste due razze rischiano davvero di essere in pericolo di estinzione…